CIAO ERMINIO…..

Erminio, anzi no, Burbero…Per noi eri questo, sei questo. Il nostro Burbero buono, quello che sbraita e si arrabbia ma che, alla fine, è il primo che si fa in quattro per aiutare chi ne ha bisogno.Collega… Compagno… Amico, soprattutto amico.Si potrebbero raccontare mille e più storie che ti hanno visto protagonista, mille viaggi, mille corse, mille risate…A quella divisa arancione, che indossavi come se fosse la tua seconda pelle, hai dato un valore che non si può misurare.Non ti sei mai risparmiato per aiutare chi era in difficoltà. Quante notti insieme, quanti chilometri percorsi sulle strade, quante ore dedicate a quella, che per te, è stata la tua seconda famiglia…Arrivavi di corsa nel piazzale, scendevi dalla tua macchina, per salire sull’ambulanza e poi di corsa andavi verso la destinazione.Lo squillo del telefono, il suono delle sirene, i codici di uscita… questo era quello a cui tu ti dedicavi tanto, la richiesta di aiuto di chi ne aveva bisogno.E adesso, Burbero, sarà difficile non sentire il tuo brontolio, le tue mille prediche, i tuoi rimproveri… ma sarà ancora più difficile non poter rivedere il tuo sorriso, non sentire la tua voce, non prenderti in giro per il modo in cui uscivi dalla camera, con i capelli tutti arruffati quando di notte scattava l’emergenza. Un amico come te non si dimentica, un amico come te si ricorda tutti i giorni, perché sono quelli come te a rendere belle le amicizie e a lasciare il segno. E tu lo hai lasciato eccome. Un amico è per sempre, e tu per noi lo sei, anzi, lo sarai per sempre.Purtroppo non basta premere sul tasto “cancella” per cancellare tutti i ricordi che abbiamo di te che rimarranno indelebili nei nostri cuori.Lasceremo sempre aperta la porta della Sede, quella porta che hai varcato miliardi di volte, perché anche non vedendo più il tuo sorriso, avremo la certezza che tu sarai sempre con noi.Prendi le tue chiavi, Erminio e sali sulla tua ambulanza, le luci non saranno blu ma saranno luminose come le stelle, le sirene non suoneranno, ma sarà l’eco delle nostre risate, quello che sentirai, quando ricorderemo i tuoi misfatti. Noi ti ricorderemo così… a bordo di quella ambulanza, mentre corri diretto verso la tua meta, pigiando il tuo pedale…CIAO BURBERO FAI BUON VIAGGIO…

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *